Annarita Liburdi, Schede bibliografiche (2011), scheda 4

Luigi Amabile, Fra Tommaso Campanella: la sua congiura, i suoi processi e la sua pazzia, Napoli, cav. Antonio Morano, 1882, 3 v.
v. 1: Narrazione parte 1, lii, 378 p.
v. 2: Narrazione parte 2, 443 p.
v. 3: Documenti e illustrazioni, 669 p.

I tre volumi di Luigi Amabile (1828-1892), costituiscono insieme con la successiva opera Fra Tommaso Campanella ne’ castelli di Napoli, in Roma ed in Parigi.., la più importante documentazione sulla vita del filosofo calabrese. I primi due contengono la minuziosa narrazione di Amabile del periodo che va dalla congiura ai processi, fino al periodo della simulazione della sua pazzia, il terzo raccoglie esclusivamente i documenti elencati e numerati progressivamente. L’opera è ancora oggi non solo punto obbligato di partenza per quanti vogliano studiare e approfondire la vita di Campanella e le vicende dell’Inquisizione a Napoli, ma, più generalmente, anche un efficace sussidio allo studio della storia napoletana durante il dominio spagnolo. L’ingente quantità di documenti riportati rappresenta allo stesso tempo il pregio dell’opera e la radice dei suoi difetti: il fatto è che l’Autore non ha saputo resistere alla tentazione di porre a profitto tutte le ricerche fatte e tutti i materiali raccolti senza lasciare fuori niente. Francesco Fiorentino nella sua recensione afferma che opere come questa: «... non servono soltanto ad illustrare la vita di un uomo, ma gittano un vivo sprazzo di luce su tutto un secolo: ed i tempi e le istituzioni del periodo viceregale si comprendono più dalla lettura di questa opera... che non dalle storie che finora ne hanno trattato di proposito». Giudizio che appare ancora sostanzialmente valido come conferma Angelo Rinaldi nell’introduzione al suo volume, Indice dei nomi contenuti nei cinque volumi della biografia campanelliana di Luigi Amabile, Paris-Torino, Les Belles Lettres-Aragno, 2006: «Compilare un indice dei nomi citati in una bibliografia pubblicata da oltre un secolo, significa, tra le altre cose, riconoscere quel lavoro come ancora valido».
Dei primi due volumi sono stati trascritti gli indici, del terzo volume è stato redatto un indice dettagliato con collegamento ipertestuale al paratesto costituito da un indice dei nomi dei personaggi citati nei documenti (vedi Annarita Liburdi, Il volume di documenti dell'opera di L. Amabile sulla 'congiura' di Calabria (1882). Indice ipertestuale). L’indice dei nomi comprende l’indicazione anagrafica relativa a ciascun personaggio, se nota, la descrizione del ruolo e degli anni in cui lo ha ricoperto e gli eventuali rapporti con Campanella.

Indicazioni bibliografiche:
Raffaele Mariano, Fra Tommaso Campanella del professore Amabile. Saggio critico-storico, Napoli, tip. e stereotipia della Regia Università, 1888 (Luigi Amabile replicò con La relazione sul Fra Tommaso Campanella di Luigi Amabile del prof. Raffaele M ariano. Osservazioni, Napoli, stab. tipografico A. Tocco, 1888).
Giovanni Masucci, Elogio funebre di Luigi Amabile. pronunziato in Avellino da Giovanni Masucci, Avellino, Maggi, 1894.
Raffaele De Cesare, Luigi Amabile, Avellino, Pergola, 1908.
Raffaele De Cesare, La fine di un regno, Città di Castello, 1908-1909.
Giuseppe Valagara, La dignità politica di Luigi Amabile, Avellino, Pergola,1932.
Benedetto Croce, Storia della storiografia italiana nel sec. XIX, II Bari 1947, pp. 110, 120.
Luigi Firpo, Ricerche campanelliane, Firenze, Sansoni, 1947.
Recensioni:
Francesco Fiorentino, recensione in «Archivio storico per le province napoletane», VIII, 1883, pp. 559-572.
Michelangelo Schipa, recensione, «Archivio storico per le province napoletane», XIV, 1889, pp. 167 ss.
Benedetto Croce, recensione, «Archivio storico per le province napoletane», XVI, 1891, pp. 209 s. e XVII, 1892, pp. 882 s.


´╗┐