principato - Al Prencipe | più nuoce la prodigalità, perché, venuto a bisogno, | diventa rapace come Caligola et Nerone; ma a chi | acquista principato giova più, come a Cesare et Ciro, per | conciliarsi i soldati, onde il principato futuro tutto pende. Epilogo 521. Dunque l'officio di Ciro apprendendo re di Spagna, or che è | dechiarato dal Papa Re Cattolico idest universale, facilmente potrà | arrivare al principato del mondo; Mon. Spagna 32. 23. Nondimeno un principato d'un buono è sempre meglior | che di molti o tutti buoni. Ma d'un malo è peggiore che | di molti o tutti mali; ma dura meno. E però si deve sempre | più desiderare la malizia d'uno, che di tutti o molti. Afor. pol. 98. Ma, sotto l'Equinoziale, temperamento di principato e legge | ci vuole, e così, nelle regioni mezze tra il settentrione et | il Tropico, republiche e principati temperati e leggi più | e men severe, secondo che più o meno a' Tropici si avvicinano, | convennero sempre, come a Greci et Italiani. | Gli orientali sono simili a' meridionali per lo più. 105. 78. La parte che Dio ha negli imperii per la religione mantiene || il sacerdozio. Però nessuna republica o principato fu | né si può fare senza sacerdozio. 116. Ogni setta si vanta haver | miracoli, profetie, testimonianze, martirio et argomenti | per mostrar, che è da Dio auttorizata; e stiamo allo scuro, e | tutti paremo d'un colore, filosofi e sofisti, santi et hipocriti, | principi e tiranni, religione e superstitione. Onde è nata opinione, | che non ci sia Religione, né principato, né sapienza: | ma chi può più ingannare, vincere e regnare, comunque il | faccia, fa bene. Io scrissi per questo tanti libri di filosofia e di || politica, e finalmente la Metafisica per scoprire le radici dell' | inganni. Ateismo 5. Se poi miro agl'animali, artifitiosamente combatteno, e vivono | in republica popolare alcuni, come le formiche; altri in | principato, come l'api; altri in stato di ottimati, come le grue; | hanno le guardie, le squadre, li sargenti, l'ordinanza; fanno i | figli per immortalarsi, e li nidi con industria. 28. Poscia che scorsi con questi contrasegni per tutte le leggi di | mortali, esaminandole senza passione alcuna, viddi chiaramente | che la religione christiana è la vera secondo la natura; e che | questa a tutte ha da soprastare, e che tutto il mondo a questa | sola ha riunirsi dopo tanti scompigli avvenuti per la differenza | di religioni e principati, e che sarà il principato unico in | terra con quella felicità che cantaro li poeti sotto nome | di secolo d'oro, e li filosofi di stato di ottima republica, ancor | non vista, e li profeti mostrano nella tranquillità di Ierusalem | reedificanda, finita la Babilonia e confusione di tante sette | sciocche et empie, e tutti savii delle Nationi l'hanno aspettato, | e li filosofi lo desiderano grandemente. 99. Né ci è huomo che a questo desiderio non inclinasse facilmente | altro che alcuni tirannelli, e pur essi volrebber che fusse | tutto il mondo sotto un loro principato solo et unico, e | questa fu la promessa da Dio ad Abram, che sarà erede del | mondo, e questo conobbi così. 99. Nel | che fu avanzato da Christo Mosè, come diremo al suo luoco, | che senza armi vinse il mondo con gente idiota, e fondò | il suo principato nella reggia del primo monarca del mondo, | et alli suoi successori basciano li piedi tutti li prencipi della | terra, che son servi de la prima Ragione, e lo tengono per | Dio e più che Mosè. 128. Nella legge della natura paternità, principato et sacerdotio erano | insieme in un soggetto, e Adamo